L'Anoressia Nervosa

LA CLASSIFICAZIONE DEI DISTURBI ALIMENTARI

Nella quinta edizione del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (DSM-V), prodotto dall’American Psychiatric Association (APA) sono state introdotte delle modifiche ai criteri diagnostici per l’Anoressia Nervosa e la Bulimia Nervosa e, per la prima volta, il Disturbo da Alimentazione Incontrollata (BED-Binge Eating Disorder) entra a far parte della sezione sui disturbi del comportamento alimentare come categoria diagnostica autonoma (nell’edizione precedente del manuale era compreso tra le condizioni proposte per ulteriori studi)

L'ANORESSIA NERVOSA
:

- Restrizione dell’apporto energetico rispetto al necessario, che conduce a un peso corporeo significativamente basso, cioè inferiore al minimo normale o, per i bambini e gli adolescenti, inferiore a quello minimo atteso.
- Intensa paura di acquistare peso o di diventare grassi, o comportamento persistente che interferisce con l’aumento di peso, anche in presenza di grave sottopeso.
- Alterazione del modo in cui il soggetto vive il proprio peso o la forma del proprio corpo, eccessiva influenza del peso o della forma del corpo sui livelli di autostima, o negazione della gravità del sottopeso.

Sottotipi
Restrittivo: negli ultimi tre mesi, la persona non ha avuto ricorrenti episodi di abbuffate o condotte di eliminazione (cioè vomito autoindotto o uso inappropriato di lassativi, diuretici o clisteri)
Con abbuffate/condotte di eliminazione: negli ultimi tre mesi, la persona non ha avuto ricorrenti episodi di abbuffate o condotte di eliminazione (cioè vomito autoindotto o uso inappropriato di lassativi, diuretici o clisteri)

Livello attuale di gravità
Il livello minimo di gravità è basato, per gli adulti, sull’attuale indice di massa corporea o, per i bambini e gli adolescenti, sul percentile dell’indice di massa corporea. Il livello di gravità può essere aumentato considerando i sintomi clinici, il grado di disabilità funzionale nella vita quotidiana, e la necessità di supervisione.

Condividi questa pagina con i tuoi amici Facebook Google Plus Twitter Email